ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014

Oggi vi proponiamo un’intervista ad una vecchia conoscenza di Must Glamour, la stilista Matilde Blandino, che presenterà la sua collezione al concorso di Regina d’Italia nell’edizione di dicembre. Vi offriamo l’anteprima della sua capsule.

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014

Must Glamour: Come nasce la sua passione per la moda?

Matilde Blandino: Nasce fin da piccola. Da bambina non avevo interesse a giocare con le bambole, quanto a vestirle. Fortunatamente provengo da un ambiente che ha contribuito ad accrescere la mia curiosità per la moda, mia zia aveva già un atelier. Quella per il settore moda è una passione molto impegnativa che mi occupa per gran parte della giornata: a volte le cose non vanno come vorrei, mi arrabbio finché un capo non riesce come l’ho immaginato (sono una perfezionista) ma alla fine non vorrei vivere una vita diversa dalla mia.

Must Glamour: Cosa vuole che emerga da ognuna delle sue collezioni? Cosa cerca di trasmettere?

Matilde Blandino: Ogni collezione rappresenta un momento particolare della mia vita: di gioia, di sofferenza, così che risultano una diversa dall’altra. Come un pittore ha i suoi “periodi”, così anche lo stilista crea in base al suo stato d’animo. Io amo le mie collezioni proprio per questo, perché rivedendole tramite video o foto mi ricordano quei momenti in cui io ho passato delle ore immersa in quei progetti, e parlo di molte ore. Una persona dall’esterno può assistere ad una sfilata e commentare che in cinque minuti è finito tutto, ma non sa quanto lavoro c’è dietro.

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014

A Regina d’Italia presento una collezione che è diversa dalle altre, propone un tema abbastanza forte. “Petali di Sirly” (dove Sirly è un nome non reale, inventato da me) è una collezione nata in un momento particolare della mia vita in cui mi sono trovata a domandarmi: “E se non potessi più cucire vestiti? Cosa indosserei?”. La risposta è seguita alla ricerca di quello che è stato il primo “abito” indossato dalla donna: la foglia di fico di Eva dopo la cacciata dal Paradiso. Da lì è scattata la molla di realizzare una collezione ispirata alle foglie; un altro spunto l’ho ricevuto dalla visione di un filmato sulle isole Fiji, in cui ho osservato come gli uomini che praticano la danza tradizionale indossano una gonna ricavata dalle foglie, chiamata sulu. A questa collezione ho abbinato un tessuto animalier dalle tinte sfumate per ricordare il manto degli animali, a cui io sono molto legata. Ho realizzato sei abiti per una donna moderna ed elegante, valorizzando la sua bellezza grazie all’adozione di strategie che richiamassero la flora e la fauna. Insomma non aspettatevi i soliti lustrini e tulle!

Must Glamour: Quanto è importante per uno stilista possedere una formazione di moda?

Matilde Blandino: Io dirigo un Istituto di moda perché la mia professione mi ha portato a voler trasmettere quello che so anche agli altri- e credetemi non si finisce mai di imparare. Posso parlare per quella che è la mia esperienza, io padroneggio sia la pratica che la teoria: uno stilista nella sua fantasia inizia ad immaginare una collezione che poi magari nell’atto pratico può incontrare dei problemi tecnici, per cui l’idea iniziale va modificata. In questo senso è utile avere una buona formazione, teorica e pratica.

Must Glamour: Perché consiglierebbe ad un giovane stilista emergente di partecipare a Regina d’Italia?

Matilde Blandino: Consiglio a tutti i giovani di partecipare a questi eventi. Purtroppo anche nei miei allievi incontro una certa pigrizia: ma una collezione o la si fa bene o non la si fa, deve essere bella ma pulita, ciò significa che è necessario prestare attenzione ai tessuti, alle rifiniture e ai particolari. è molto divertente stare dietro le quinte xke si fanno nuove conoscenze con nuovi colleghi,certo è molto impegnativo,mentre fare la giurata è molto più responsabile, devo stare molto attenta ai particolari, all'idea dello stilista prima di giudicare e dare un voto. inoltre il nome 'Sirly' è inventato da me ma è un'essere vivente che mi sta vicino da anni nel mio lavoro, svelerò l'entità il giorno della sfilata. Consiglio ai giovani di mettersi in gioco con questo concorso…anche io, dopo anni di esperienza, partecipo per mettermi in gioco! I giovani dovrebbero partecipare e buttarsi per non pentirsi in futuro di non averci provato.

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014

Must Glamour: All’edizione di dicembre di Regina d’Italia parteciperà anche Mauro Broda, Segretario Generale dell’Istituto Diplomatico Internazionale che si impegnerà a presentare ai mercati esteri, nel 2015, le collezioni dei vincitori del concorso. Cosa ne pensa di questo progetto di portata internazionale?

Matilde Blandino: Credo che questo sia un grandissimo successo, Regina d’Italia è l’unico concorso che consente ad uno stilista emergente di andare all’estero. E’ un’ottima iniziativa.

Must Glamour: Tre aggettivi per definire la collesione “Petali di Sirly”.

Matilde Blandino: La mia collezione è determinata e razionale, molto ragionata, ambiziosa. Oltre che un omaggio agli animali e a Sirly, che rappresenta un’entità, un personaggio ideale.

Must Glamour: Matilde Blandino in una parola.

Matilde Blandino: Sono di carattere molto generoso ed altruista.

Must Glamour: Un saluto ai nostri lettori.

Matilde Blandino: Un caro abbraccio a tutti i lettori di Must Glamour e ai sostenitori di Regina d’Italia, ci vediamo a dicembre!

Di Alice Moreschini A

nteprima Anteprima Anteprima Anteprima Anteprima


Pubblicato il: 24.05.2016 alle 09:46:50

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014

Must Consiglia:

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014 - Home Page

ANTEPRIMA STILISTA MATILDE BLANDINO A REGINA D'ITALIA DICEMBRE 2014